Situata fuori delle mura medievali, la Chiesa di Santa Maria della Consolazione fu iniziata nel 1508 e terminata nel 1607 con la costruzione della cupola.
Esempio insigne del Rinascimento in Umbria, il progetto costruttivo è attribuito a Bramante ma fu realizzata con il contributo di altri maestri quali Baldassarre Peruzzi, il Vignola, Ippolito Scalza.
La Chiesa, a pianta centrale, è caratterizzata da quattro absidi, tre poligonali e uno semicircolare.
Ogni abside è a due ordini di pilastri corinzi, le finestre sono sormontate da frontoni curvilinei e triangolari, sopra di queste si erge la calotta che sostiene una terrazza quadrata con quattro aquile agli angoli, opera di Antonio Rosignoli.
Il portale a est è del Seicento, quello a sud risale agli inizi del Settecento e quello occidentale alla metà dell'Ottocento.
L'interno è luminoso con una ricca decorazione negli archi della cupola e nei pennacchi.
Nelle nicchie delle absidi sono collocate grandi statue degli apostoli attribuite alla scuola dello Scalza.
Nell'abside settentrionale trova posto il grande altare maggiore, forse disegnato da Andrea Polinori, sul quale si trova l'affresco del Quattrocento raffigurante la Madonna della Consolazione.


0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Todi Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

News dalla Provincia di Perugia